La sperimentazione sul trattamento della psoriasi alle Terme di Cervia continua nel 2016

La stagione termale è giunta al termine, ma alle Terme di Cervia continua la sperimentazione sui trattamenti per la psoriasi.

La psoriasi è tra le malattie cutanee che maggiormente traggono vantaggio dai trattamenti con il “liman” di Cervia, fango di laguna formatosi dalla lenta sedimentazione dei sali minerali sulle sostanze organiche dell’acqua marina nel fondo dei bacini di raccolta.

Il limo di Cervia è ricco di sostanze come bromo, iodio, magnesio, calcio e zolfo: dopo l’estrazione viene mescolato con l’Acqua Madre di salina fino a formare un impasto omogeneo, cremoso, grigio scuro lucente e dall’odore caratteristico.

A partire dal feedback positivo ricevuto dai nostri assistiti, è nato il progetto di valutare in maniera attenta e controllata i benefici dei trattamenti termali tradizionali utilizzati in fase di remissione della psoriasi, per potenziare e prolungare l’efficacia del trattamento farmacologico assunto in fase acuta.

Ottenuta lo scorso giugno l’approvazione da parte del Comitato Etico dell’Azienda USL della Romagna per lo studio “Effetti immediati e ritardati della Fangobalneoterapia in pazienti psoriasici trattati in reparto elioterapico alle Terme di Cervia”, il 23 luglio è partita la sperimentazione in collaborazione con l’U.O. di Dermatologia dell’Azienda USL della Romagna.

Alle Terme di Cervia stiamo già lavorando per preparare la sperimentazione per la stagione 2016: dalla prossima settimana sarà possibile ottenere informazioni sulla nuova carta dei trattamenti e sul protocollo di sperimentazione sulla psoriasi che riprenderà a maggio 2016.

Chi fosse interessato a prenotare un appuntamento o avere maggiori informazioni sul progetto e sui trattamenti per la psoriasi alle Terme di Cervia può chiamare il numero verde 800 237 842.

La direzione delle Terme di Cervia desidera esprimere la sua gratitudine a tutti coloro che ci hanno seguito, e a tutto lo staff delle Terme.

GRAZIE!

 

fanghi

 

Leave a reply